Il marchio di moda Elizabeth Suzann ha una visione utopica per il futuro della moda

Stile

In che modo il fondatore Liz Pape ha trasformato un hobby in un'azienda multimilionaria, sostenibile e inclusiva delle dimensioni.

Di Alex Ronan

27 agosto 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Elizabeth Suzann (ES) fa bellissimi vestiti. Sono il tipo di pezzi ben tagliati che sembrano senza sforzo: camicie di lino sgargianti in colori come la terracotta e l'oliva, pantaloni di tela di cotone ispirati a un fiocco da spiaggia degli anni '20, abiti che frusciano piuttosto che aderenti. Il fondatore Liz Pape ha trasformato un hobby in un business da svariati milioni di dollari e accredita una giornata fondamentale in una fiera artigianale per convincerla che potrebbe esserci abbastanza interesse nei suoi progetti per guadagnarsi da vivere. Ma il suo più grande successo non ha nulla a che fare con i vestiti.





Mezzo secolo fa, qui venivano fabbricati il ​​95% dei vestiti acquistati negli Stati Uniti. Nel 2015, questa cifra era scesa al 3%, rendendo già la fabbrica / sede di Nashville ES, fondata nel 2013 e che ora impiega oltre 40 persone, un'anomalia. Ma molte aziende produttrici di abbigliamento negli Stati Uniti si basano sul presupposto del consumatore che l'aumento dei salari dalle fabbriche estere a quelle domestiche è accompagnato da un aumento degli standard di lavoro, anche se non sempre è così. 'Alcune delle peggiori condizioni che ho visto sono nelle fabbriche domestiche', Edward Hertzman, consulente e fondatore di Sourcing Journal, spiegato qualche anno fa.

Poi c'è la fabbrica di ES, dove gli sforzi cosmetici per un migliore ambiente di lavoro - piante, murales commissionati dall'artista, birra fredda gratuita alla spina - sono abbinati a quelli concreti. 'Cerchiamo di integrare il lavoro nella vita delle persone in modo che non sembri questo enorme fardello', afferma Pape. Destiny DeStefano, che ha lavorato nel team di taglio da novembre 2017, è molto grato per la pianificazione flessibile. 'La libertà di bilanciare il lavoro con la realtà che la vita non sempre consente un programma prestabilito allevia molto lo stress', afferma. I dipendenti descrivono ES come 'trasparente', 'familiare' e un'azienda che 'si prende davvero cura di noi'.

Elizabeth L. Cline, l'autore di Overdressed: il costo incredibilmente alto della moda a buon mercato e L'armadio cosciente: la guida rivoluzionaria per apparire bene facendo del bene ha visto la sostenibilità nella moda passare da una preoccupazione di nicchia a una parola d'ordine mainstream, in particolare prendendo piede negli ultimi anni. Poiché i vestiti prodotti in modo sostenibile sono spesso più costosi, Cline vede la conversazione impigliarsi nei costi. Ma quel costo è spesso definito in modo molto restrittivo. 'Trascuriamo e ignoriamo costantemente il cuore estrattivo e sfruttatore del sistema di moda veloce', afferma. 'Invece di discutere su quale prezzo debba essere valutato un vestito, dovremmo lottare affinché tutti possano ottenere un salario equo'.

Ma l'alto costo di questi elementi può anche far sembrare la sostenibilità fuori portata o come una preoccupazione elitaria. Maxine Bedat, fondatrice e direttrice del New Standard Institute, un'organizzazione no profit che porta rigore scientifico alla sostenibilità della moda e alle problematiche del lavoro offrendo risorse per i marchi che sperano di migliorare il loro impatto ambientale e sociale, solleva una preoccupazione legittima. 'Mi innervosisco per tutto ciò che collega la sostenibilità a qualcosa di costoso, in particolare quando queste cose sono sempre associate l'una all'altra', afferma. 'Esiste un prezzo medio che può incorporare le giuste protezioni ambientali e sociali'.

Foto di Zachary Gray
Annuncio pubblicitario
Foto di Zachary Gray

ES è costoso - una tunica di crepe di seta costa $ 195, i pantaloni di lino durano costano $ 205 - ma si impegnano in pratiche sostenibili dando priorità ai loro dipendenti, che non è qualcosa che fanno tutti i marchi con vestiti venduti a quel prezzo. 'Le cose potrebbero apparire molto diverse se il denaro fosse il nostro principale motivatore', afferma Pape. Suo marito, Chris Martucci, è entrato a far parte dell'azienda un anno dopo il suo lancio e ricopre il ruolo di partner / responsabile delle operazioni. Potrebbero prendere salari più alti se pagassero meno i dipendenti o offrissero meno benefici, ad esempio, ma non è il tipo di azienda in cui vogliono lavorare, per non parlare della gestione. Invece, preferiscono provare a creare il posto di lavoro che desiderano e quindi assicurarsi che i loro dipendenti ottengano gli stessi benefici.

Solo due membri del personale sono part-time e i full-time possono beneficiare di un'assicurazione per la vista, l'odontoiatria e la salute attraverso l'azienda. Il sessantacinque percento del personale viene pagato un salario orario, che inizia a $ 14 l'ora con aumenti delle prestazioni dal 3 al 7%. (Il salario minimo nel Tennessee è di $ 7,25 l'ora.) Per allinearsi con il movimento # FightFor15, nei prossimi mesi si adegueranno a un salario iniziale di $ 15 l'ora e aumenteranno la velocità degli aumenti basati sulle prestazioni. 'Ci sono persone che hanno iniziato con noi nella squadra di vendita, nella squadra di taglio o nella squadra di adempimento che ora stanno guidando squadre proprie e stanno davvero crescendo qui', afferma Pape, citando le promozioni interne come una delle conquiste dell'azienda che è più fiero di.

Foto di Zachary Gray
Annuncio pubblicitario
Foto di Zachary Gray

Mae Redha, che è entrato in ES lo scorso inverno come direttore delle persone e della cultura (la risposta di ES alle risorse umane), è orgoglioso dei benefici legati al benessere che offrono, che vanno ben oltre la forma fisica. 'Attualmente non solo offriamo yoga e formazione personale gratuiti una volta alla settimana, ma offriamo anche un programma di assistenza ai dipendenti che offre a ogni dipendente e alla sua famiglia cinque sessioni di consulenza gratuite e riservate con un fornitore di terze parti ogni anno, autoguidate online programmi per migliorare la salute e il benessere emotivo, assistenza legale, coaching finanziario e servizi per la vita lavorativa ', spiega.

A dicembre 2017, tramite un post di blog sul sito dell'azienda, Pape ha scritto della sua nuova politica per le vacanze. '(L'anno scorso) durante la stagione più intensa dell'anno, alcune persone del team si sono sentite in colpa a prendersi del tempo libero per viaggiare e visitare la famiglia', ha scritto. 'Altri non avevano alcun tempo libero retribuito rimanente ... Volevamo trovare un modo per mettere in pausa, riflettere e festeggiare collettivamente con i nostri cari. Volevamo generare quella sensazione di sommatoria, realizzazione e amicizia che porta alla fine di un semestre universitario '. Quindi, oltre ai vantaggi della PTO già offerti, hanno iniziato a implementare una pausa pagata di 10 giorni tra la vigilia di Natale e il giorno di Capodanno.

Mentre il tipo di benefici che offrono hanno alcuni benefici per la linea di fondo - migliorare la fidelizzazione dei dipendenti, ad esempio - non è questo che guida Pape e Martucci. Il modo in cui i vestiti sono fatti parla degli impegni della coppia, dice Pape. Invece della produzione in catena di montaggio, che si traduce in ore di cucitura o taglio dello stesso pezzo più e più volte, un dipendente passerà la giornata a creare un numero di pezzi diversi. 'Ci sono molte cose che potremmo cambiare per avere un impatto sulla nostra efficienza, ma non è il tipo di attività che vogliamo gestire', afferma Pape. Anche Cline ha cresciuto la produzione di ES: 'Se lavori in una fabbrica di abbigliamento e il tuo lavoro è cucire la scollatura su una maglietta mille volte al giorno, è un lavoro che intorpidisce e demoralizza la mente', dice. Ma il lavoro tessile non deve essere così. A ES, ogni capo viene cucito dall'inizio alla fine da una persona.

Per gentile concessione di Elizabeth Suzann
Annuncio pubblicitario

Un certo numero di marchi con i principi estetici, etici e / o ambientali condivisi da ES sono stati presi di mira per mancanza di inclusività dimensionale. Molte di queste aziende vendono abiti che non si adattano alla donna americana media, che ha una taglia 16 o 18. Anche le aziende molto più grandi di ES devono ancora riuscire in questo senso. Ad esempio, Everlane, fondata sul modello della 'trasparenza radicale', è stata criticata per un dimensionamento limitato, esortando i suoi clienti più grandi a 'essere pazienti' mentre 'si prendono il tempo per farlo bene'. Teen Vogue ho contattato Everlane per ulteriori commenti. L'anno scorso, Everlane ha disegnato ire dopo aver utilizzato modelli taglie forti per vendere biancheria intima che ha raggiunto solo la taglia XL. Per le donne, ora offrono uno stile T-shirt e un maglione in XXL; jeans skinny a vita media e alti fino alla taglia 35; e alcune paia di pantaloni fino alla taglia 20. Nel 2018, dopo molte critiche e richieste per un dimensionamento più inclusivo, Reformation ha rilasciato una collezione di capsule per taglie estese con Ali Tate Cutler, che offre taglie da 0 a 22 e da XS a 3XL. 'Siamo molto dispiaciuti di non averlo fatto prima', secondo il marchio in un comunicato stampa Lei. All'inizio di quest'anno, Reformation ha rilasciato una collezione permanente di dimensionamento esteso.

È costoso offrire una vasta gamma di dimensioni, in particolare se si desidera farlo nel modo giusto, afferma Pape. Ha avuto l'esperienza di entrare nei negozi che vendono vestiti belli e minimali solo per trovare nulla della sua taglia. 'Gran parte di ciò che vedo è fatto solo per donne alte e magre', dice. 'Volevo uscirne così velocemente come potevamo'. Entro il 2014, hanno offerto da XS a XL, da 00 a taglia 16. Nel 2018, dopo lunghi test di adattamento e sviluppo di modelli, ES ha iniziato a offrire i propri pezzi in una gamma da XXS a 4XL, da 000 a taglia 28.

Foto di Zachary Gray

La risposta è stata immediata. 'Non posso dirti cosa significa essere in grado di stare bene con un acquisto di vestiti in termini di etica, qualità, E in forma! Quando la maggior parte delle esperienze di abbigliamento sono negative, dolorose e deprimenti, la tua azienda è un raggio di luce '! un cliente ha scritto sul post Instagram di Pape annunciando le opzioni di dimensionamento più sostanziali. 'Essere più taglie ed anche essere socialmente consapevoli dei vestiti allo stesso tempo sembra quasi impossibile ... Ma ora l'hai reso possibile', ha aggiunto un altro. ES ha realizzato nuove campagne e immagini dei prodotti per riflettere l'intera gamma di dimensioni disponibili. Oltre a un'approfondita guida alle taglie online, incoraggiano i clienti a mettersi in contatto con le proprie misurazioni corporee se non sono sicuri della vestibilità. (L'anno scorso, ES ha inviato 22.977 e-mail di assistenza clienti.)

Annuncio pubblicitario

È più semplice estendere il dimensionamento quando si utilizza un modello su ordinazione, cosa che ES fa, perché non richiede la produzione di grandi quantità di ogni articolo in ogni dimensione; invece, producono oggetti solo una volta acquistati. Finora, hanno convertito oltre tre quarti delle loro offerte in dimensioni estese e entro la fine dell'anno porteranno tutti gli stili dell'intera gamma. Il loro modello su ordinazione significa anche un tempo di attesa più lungo. Non è possibile ordinare un abito ES per un matrimonio il prossimo fine settimana poiché il tempo di consegna corrente è di 2-3 settimane. Inoltre limitano gli ordini settimanalmente una volta raggiunto il numero che i dipendenti possono produrre senza aumentare i tempi di attesa.

Foto di Zachary Gray

Con la caduta dei prezzi dell'abbigliamento, gli armadi americani sono diventati sempre più imbottiti. Forbes riferisce che nel 1930, una donna americana poteva aspettarsi di possedere nove abiti ... in totale. Oggi, secondo l'American Apparel and Footwear Association, l'americano medio acquista 65 capi di abbigliamento all'anno e il Council for Textile Recycling stima che inviano circa 70 libbre di tessuti, principalmente abbigliamento, alle discariche ogni anno. Nel 2014 abbiamo acquistato il 60% in più di capi di abbigliamento rispetto al 2000 e abbiamo mantenuto ogni capo per la metà. L'ES è emersa in una crescente preoccupazione per il costo ambientale dell'abbigliamento, un crescente interesse per l'abbigliamento realizzato in modo sostenibile e un'enfasi sull'acquisto di un numero inferiore di articoli di qualità superiore.

Per alcuni acquirenti, un abito ES significa rinunciare a 10 capi alla moda. Ma ci saranno sempre quelli per i quali un abito da $ 265 non sarà mai fattibile, non importa quanto siano impegnati nei principi del consumo etico. Ero curioso di sapere se e come il team di Elizabeth Suzann ha un piano di gioco per far sentire il proprio marchio più inclusivo a coloro che potrebbero non essere in grado di permetterselo apertamente. Pape ha rapidamente scosso molte cose che stanno prendendo in considerazione. C'è già un mercato per pezzi ES usati e stanno pensando di portarlo in casa per renderlo più accessibile. ES sta esplorando l'idea di un programma di fidelizzazione, un po 'come un programma di chilometraggio di una compagnia aerea, che consentirebbe agli acquirenti di utilizzare da soli i punti accumulati o di donarli a un piatto comune per altri. Possono anche rilasciare modelli di cucito di alcuni dei loro pezzi più popolari in modo che le persone possano cucire i propri.

Per gentile concessione di Elizabeth Suzann
Annuncio pubblicitario

Mentre rispondevo alle mie domande, Pape è stato veloce nel sottolineare che ES è tutt'altro che perfetto. Ci sono una serie di cose che devono migliorare. ES ha cercato di aumentare la diversità con varie strategie di reclutamento, che non hanno avuto il successo che vorrebbero; 'semplicemente visivamente parlando, siamo una squadra molto bianca', dice Pape. Di recente hanno assunto un consulente per la diversità, l'equità e l'inclusione per verificare l'organizzazione e formulare raccomandazioni per il miglioramento.

Attualmente usano solo fibre naturali, ma stanno provando a trasferirsi negli approvvigionatori con migliori pratiche ambientali e di lavoro. 'Abbiamo molto lavoro da fare per controllare le pratiche di lavoro dei nostri fornitori e stiamo facendo quel materiale alla volta', dice, offrendo la lana come esempio. Per oltre un anno, hanno lavorato per sviluppare una filiera della lana più forte, stabilendosi su una lana allevata a livello nazionale, benefica per il clima che è poi tinta, filata e tessuta da un'azienda a conduzione familiare. Hanno visitato le strutture per ogni fase del processo per valutare meglio le condizioni.

abito camila cabello

La guida ai tessuti online di ES spiega quanto tempo impiega ogni tessuto a biodegradarsi, ma Bedat ha sottolineato che il modo in cui attualmente disponiamo di indumenti previene tale processo. 'Si dice spesso che le fibre naturali siano migliori perché sono biodegradabili e la plastica no, ma ciò che ignora è che in una discarica, è un ambiente anaerobico in cui nulla è biodegradabile', afferma. In un'intervista con Mother Jones, Ramani Narayan, professore di ingegneria chimica e biochimica alla Michigan State University, ha fatto eco allo stesso sentimento. Nel complesso, quando si tratta di tessuti naturali, Bedat afferma che è importante 'preferire quei materiali combinati a trattenerli più a lungo' o ottenere più usura dagli abiti che acquistiamo. Consumare meno può essere in contrasto con gli obiettivi di mercato, ma questo è cruciale.

Per gentile concessione di Elizabeth Suzann

Quando si tratta di rendere l'industria della moda più sostenibile, 'la sfida più grande in questo momento è che ciò che è sostenibile viene definito dai marchi', afferma Bedat. Ciò significa che possono essere alternativamente generali e specifici quando si adattano posizionandosi come verdi senza ulteriori chiarimenti o offrendo una piccola scelta sostenibile come indicativa dell'intero marchio. Pape cerca di non usare etichette come sostenibile o etico perché sono vaghi; invece, ES preferisce delineare chiaramente ciò che fanno e consentire ai consumatori di giudicare da soli.

Il problema della sostenibilità della moda non è qualcosa da cui possiamo fare a meno; richiede un'azione collettiva, una migliore regolamentazione e un quadro più rigoroso e completo per la sostenibilità. Il modo in cui molti marchi hanno definito la sostenibilità spesso esclude il lavoro, con le persone lungo la catena di fornitura trattate come usa e getta. 'Il motivo per cui le industrie sono più disposte a puntare sulla sostenibilità è che la sostenibilità a un certo livello riguarda il rendere la catena di approvvigionamento più efficiente', Cline, l'autore di Overdressed: il costo incredibilmente alto della moda a buon mercato e L'armadio cosciente: la guida rivoluzionaria per apparire bene facendo del bene spiega. 'Potresti effettivamente finire per fare più soldi entrando nelle fabbriche e riducendo la quantità di energia e acqua utilizzata per fabbricare qualcosa. Con il lavoro, i marchi hanno perso di vista l'investimento nelle persone. Vedono solo i costi del lavoro come qualcosa che devono costantemente ridurre '.

Annuncio pubblicitario
Per gentile concessione di Elizabeth Suzann

Nel frattempo, in ES, Pape e suo marito non sono soddisfatti degli ampi benefici che attualmente offrono ai dipendenti. In futuro, vorrebbero trovare un modo per avere un asilo nido in loco e più risorse sia per il personale che per la più ampia comunità artistica di Nashville.

Mentre ci sono molte aziende investite in pratiche di lavoro solide e / o di sostenibilità che operano a varie dimensioni, Cline mi ha detto che un certo numero di piccole società private come ES che sono iniziate nello stesso periodo da allora hanno cessato l'attività. È difficile gestire un'azienda come ES. Ma vede il ruolo di ES come 'stabilire lo standard' per le buone pratiche, che possono avere conseguenze al di là dei loro dipendenti e consumatori. 'All'inizio c'erano molti dubbi', afferma Pape, dei primi giorni di ES. 'Molte persone sono completamente in disaccordo con i nostri metodi e ci direbbero,' Per ora va bene, ma un giorno dovrai davvero comportarti come un vero attività commerciale'.' Ma sono un vero affare e stanno davvero andando bene. Parte di quel successo sta nel mostrare un'alternativa lavorativa al business come al solito.

Alex Ronan è una giornalista freelance che trascorre il suo tempo a New York City e Berlino.