Come una stilista di prima generazione rende omaggio alla sua eredità ghanese

Stile

Andrea Osei parla di famiglia, etnia e il suo segreto per il successo.

Di Jessica Andrews

26 marzo 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione di Osei En Rose
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Non esiste una via per il successo come designer. Mentre alcuni designer frequentano una scuola commerciale e continuano a lavorare presso un importante marchio di abbigliamento, altri iniziano una carriera completamente diversa e perseguono il design della moda molto più avanti nella vita. Il viaggio di Andrea Osei rientra in quest'ultima categoria quando 'è entrata nella moda' dopo aver lavorato come farmacista per 10 anni. Dopo aver imparato a cucire con una macchina che le è stata regalata da sua zia, ha deciso di fare il grande passo e creare Osei en Rose, una linea strutturata che si separa con un tocco raffinato e femminile. 'A gennaio ho cambiato il mio nome personale (sui social media) con il mio marchio e l'ho trasformato in un account aziendale', racconta a * Teen Vogue *. 'Poi ho lasciato cadere un logo e ho lanciato un sito web. La prossima cosa che ho saputo, ho avuto almeno 70 persone alla mia presentazione del NYFW '. Circondati da modelle in cappotti di broccato dorato e abiti floreali a pieghe, i partecipanti si sono subito innamorati del marchio.





Ora Osei continua lo slancio con la sua ultima collezione, Ashanti Gold, un omaggio alla sua eredità orgogliosa (ghanese) (https://www.teenvogue.com/gallery/ghana-designers-to-know). Presenta pezzi come il pagliaccetto metallico 'Accra Nights' ispirato agli anni '70, un paio assassino di pantaloni con frange in rilievo ispirati alle perline che le donne indossano in Ghana e il reggiseno 'Ahoefe', con conchiglie di ciprea, che venivano usate come valuta per oltre 3.000 anni in Africa occidentale.

Teen Vogue ha parlato con la designer dei suoi inizi, della sua connessione con la sua eredità e di ciò che è vicino per il suo marchio amato da Instagram.

Teen Vogue: Come hai iniziato a disegnare abbigliamento?

Andrea Osei: Sembra così cliché, ma la moda è sicuramente qualcosa in cui mi sono imbattuto. Sono farmacista da 10 anni ormai, ma quattro anni e mezzo fa ho iniziato a cucire. Tutto è iniziato quando mia nonna è morta. Mia nonna aveva iniziato a insegnarmi a cucire a mano ed era una cosa che mi piaceva molto. Ma l'ho messo da parte per diventare un farmacista. Mia zia mi ha comprato una macchina da cucire perché sapeva quanto eravamo vicini a mia nonna. Quindi ho iniziato a cucire di più, ed è stato come, Hey, sono davvero bravo in questo. Così ho iniziato a praticare e poi ho avviato la mia attività.

__TV: Ti è sempre piaciuta la moda? __

AO: Da bambino non ho mai avuto accesso ai vestiti. Non ho mai avuto i nuovi jordani o gli abiti più volanti: andrei a scuola nelle mani di mia sorella. Vorrei sempre guardare Voga rivista o Lei o Harper's Bazaar e dire 'Wow, queste persone sono bellissime'. Ma non avrei mai pensato di fare vestiti.

acconciatura afro punk

tv: Qual è stata la tua visione di Osei en Rose quando l'hai iniziata anni fa? E c'è un significato speciale dietro il nome?

Annuncio pubblicitario

AO: Osei è il mio cognome e ho aggiunto 'en Rose' perché è un gioco sul termine 'vita in rosa', che si traduce approssimativamente in' attraverso gli occhiali color rosa '. Quindi Osei en Rose è la moda attraverso i miei occhiali color rosa. Volevo qualcosa che parlasse a chi sono ma con una svolta.

quale è la vagina

tv: Lo amo! Hai presentato durante la settimana della moda di New York la scorsa stagione. Com'era quello?

AO: È stato importante perché questa era la mia prima volta che organizzavo una presentazione di moda durante la settimana della moda di New York da solo. In realtà ho costruito l'intero set con mia sorella. Avevo un budget ridotto. Ho usato le sedie; Li ho ricostituiti; Ho dipinto alcuni tavolini d'oro che ho comprato in Ghana - l'abbiamo appena fatto funzionare.

tv: In che modo la tua eredità ghanese ha influenzato la tua linea di moda?

AO: Sono un ghanese-americano di prima generazione. Sono nato a Newark, nel New Jersey, ma entrambi i miei genitori sono del Ghana. La mia eredità è stata un grande pezzo del mio spettacolo. Quando trovavo ispirazione e stile, in realtà avevo una scatola con le vecchie foto di mia madre. Ho fatto delle foto a lei e alle mie zie dagli anni '50 o '60 agli anni '80, quando nacqui io e le mie sorelle. Anche se le tendenze sono cambiate, il loro stile è sempre rimasto lo stesso. Quando guardi la mia linea, ci sono pezzi che rendono omaggio allo stile ghanese, ma in modo moderno, quasi come un Ghana vintage o * Coming to America *. Vedrai un pagliaccetto mescolato con un fondo di popeline o un abito a pieghe ma ancora con un delicato, ricco dettaglio di rifiniture.

tv: C'è una celebrità che ti piacerebbe indossare la tua linea di abbigliamento?_

AO: Adoro Lupita! La gente dice che ci assomigliamo. Lo prendo come un complimento perché non penso davvero che ci assomigliamo, ma lo prenderò. Adoro anche Cardi B. Mi piace la sua autenticità e il modo in cui è diventata un'artista. Beyonce, ovviamente. Chi non vorrebbe che la regina Bey indossasse le loro cose? Oh, e Angela Bassett. È come mia madre. Potevo vederla totalmente dentro. Onestamente, chiunque (incarni) la magia della ragazza nera.

TV: Qual è stato il tuo più grande momento di carriera finora?_

AO: La presentazione della mia settimana della moda di New York è probabilmente il momento più importante della mia carriera, dal punto di vista della moda, a causa della gelosia di tutti i concetti, il brainstorming e il duro lavoro. Non è facile essere un imprenditore e lavorare a tempo pieno. Vedere i frutti del mio lavoro è stato così appagante. Wow, Dio è davvero buono! Lo ha fatto per me!

i tamponi possono rompere la ciliegia
Annuncio pubblicitario

tv: Cosa speri che giovani ragazze e donne possano trarre dalla tua esperienza?

AO: Un paio di cose diverse. Una cosa è che molte volte quando le persone hanno un sogno, in particolare gli americani di prima generazione, che vogliono perseguire, si scoraggiano perché non è ciò che la loro famiglia pensa di dover perseguire. Ma voglio incoraggiare tutti quelli a cui non devi rinunciare al tuo sogno. Devi solo rimanere fedele e continuare a spingere. Non succede nulla durante la notte. Devi anche essere aperto a reinventare costantemente te stesso e devi convincerti ad essere uno studente per tutta la vita, specialmente se è qualcosa che ti appassiona. Ho iniziato a cucire e ho iniziato un'attività perché ero bravo a farlo, ma non ho fatto ricerche. Ho dovuto fare un passo indietro e dire: 'Se voglio davvero essere serio su questo, allora devo studiarlo e diventare un perfezionista'. E infine, sii la tua più grande cheerleader.

tv: Qual è il miglior consiglio di carriera che tu abbia mai ricevuto?

AO: Vuoi sempre presentare il tuo miglior servizio clienti. Come farmacista, ho clienti interni che sono i miei colleghi, i miei colleghi e i miei colleghi, e quindi il servizio clienti esterno che sono i pazienti che servo. Vuoi sempre fare del tuo meglio. Vuoi onorare il tuo pubblico con le tue migliori performance, non importa quale. Perché non sai mai chi sta davvero guardando. Applico quella mentalità alla mia attività ora come stilista perché anche se ci fosse solo una persona che si è presentata alla mia presentazione di moda, avrei fatto del mio meglio. E portati sempre con integrità. Fai ciò che è giusto e 9 volte su 10, sarai il migliore.

tv: Qual è il prossimo passo per la tua linea?

AO: Mi piacerebbe entrare nella produzione di massa ed entrare in boutique e negozi. Vorrei anche creare un'altra linea. Non sono sicuro se farò ancora un'altra presentazione o sfilata di moda, ma sicuramente farò una linea e la lancerò in digitale. Sto solo cercando di mantenere la mia mente attiva, mantenere fresche le idee. Mi piacerebbe anche avere un negozio a New York un giorno. Quale stilista non lo sogna?

Segnalazione aggiuntiva di Deena Campbell

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Savage X Fenty era tutto ciò che la sfilata di moda di Victoria's Secret doveva essere