I legislatori della Nuova Zelanda hanno in programma di vietare i fucili d'assalto e le armi semiautomatiche di tipo militare a seguito degli attacchi alla moschea di Christchurch

Politica

'La chiara lezione della storia di tutto il mondo è che per rendere la nostra comunità più sicura, il momento di agire è adesso'.

Di Lucy Diavolo

18 marzo 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Hagen Hopkins / Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Aggiornato il 21 marzo 2018:





I leader neozelandesi cercheranno di vietare fucili d'assalto, armi semiautomatiche di tipo militare e modifiche alle armi come riviste ad alta capacità in risposta alle micidiali sparatorie della moschea di Christchurch del 15 marzo. In una conferenza stampa giovedì 21 marzo, il Primo Ministro Jacinda Ardern ha annunciato disposizioni specifiche che una parte dei suoi precedenti aveva annunciato piani per modificare le leggi sulle armi nella nazione insulare.

In una conferenza stampa, Ardern ha dichiarato: 'Oggi sto annunciando che la Nuova Zelanda vieterà tutte le armi semiautomatiche di tipo militare. Vieteremo anche tutti i fucili d'assalto. Vieteremo tutte le riviste ad alta capacità. Escluderemo tutte le parti con la possibilità di convertire armi semiautomatiche o di qualsiasi altro tipo in un'arma semi-automatica di tipo militare. Proibiremo le parti che causano la generazione di un'arma da fuoco semiautomatica, automatica o vicina agli spari automatici. In breve, ogni arma semiautomatica utilizzata nell'attacco terroristico di venerdì sarà bandita in questo paese '.

sesso pop ciliegia

Secondo Il New York Times, i divieti porteranno a un massiccio programma di riacquisto che darà ai neozelandesi la possibilità di vendere al governo pistole recentemente vietate. Il Volte ha osservato che si ritiene che solo il 4% delle armi del paese sia registrato; La polizia della Nuova Zelanda stima che 250.000 persone abbiano tra 1,2 e 1,5 milioni di pistole, il Volte riferito, ma la mancanza di un registro significa che spetterà ai proprietari di armi trasformare le armi vietate. Secondo la CNN, Ardern ha affermato che il programma di riacquisto potrebbe costare tra $ 100 e $ 200 milioni.

https://twitter.com/reuters/status/1108599085617971201

La CNN ha riferito che la nuova proposta raggiungerà il Parlamento della Nuova Zelanda ad aprile. Ardern ha affermato che la legge potrebbe essere in vigore già dall'11 aprile.

In precedenza...

Le leggi sulle armi della Nuova Zelanda saranno cambiate sulla scia delle orribili sparatorie alle moschee di Al Noor e Linwood a Christchurch, in Nuova Zelanda. Questo è l'impegno del primo ministro neozelandese Jacinda Ardern, ore dopo la sparatoria di venerdì 15 marzo, come ha spiegato in una conferenza stampa che il tiratore era un proprietario di pistola autorizzato.

'Mentre si sta lavorando sulla catena di eventi che hanno portato sia al possesso di questa licenza di pistola sia al possesso di queste armi, posso dirti una cosa in questo momento: le nostre leggi sulle armi cambieranno', ha detto Ardern. 'Ci sono stati tentativi di modificare le nostre leggi nel 2005, 2012 e dopo un'inchiesta nel 2017. Ora è il momento di cambiare'.

Annuncio pubblicitario

Questi commenti venerdì sono stati seguiti sabato dalle osservazioni durante una veglia del procuratore generale neozelandese David Parker, che ha affermato che il governo avrebbe vietato i fucili semiautomatici, come riportato dal New Zealand Herald. Secondo Il New York Times, le autorità hanno affermato che due fucili semiautomatici erano tra le cinque armi legalmente ottenute dal tiratore.

In una conferenza stampa lunedì, Ardern ha confermato i piani per la riforma delle armi a seguito di un incontro con i migliori ministri della sua nazione. Ha annunciato che il governo neozelandese aveva preso 'in linea di massima decisioni sulla riforma delle nostre leggi sulle armi'. Ha detto che saranno disponibili ulteriori dettagli, in vista della prossima riunione del gabinetto, lunedì 25 marzo.

'Questo alla fine significa che entro 10 giorni da questo orribile atto di terrorismo, avremo annunciato riforme che, credo, renderanno la nostra comunità più sicura', ha detto. 'Nel periodo intermedio, lavoreremo sodo e il più rapidamente possibile per finalizzare alcuni dettagli sulla decisione che il gabinetto ha preso oggi e le sue conseguenze'.

'Come gabinetto, eravamo assolutamente unificati e molto chiari', ha continuato. 'L'attacco terroristico di Christchurch di venerdì è stato il peggior atto di terrorismo sulle nostre coste. È stato, infatti, uno dei peggiori a livello globale negli ultimi tempi. Ha messo in luce una serie di punti deboli nelle leggi sulle armi della Nuova Zelanda '.

'La chiara lezione della storia di tutto il mondo è che per rendere la nostra comunità più sicura, il momento di agire è adesso', ha affermato Ardern. Ha sottolineato che le riforme non sono rivolte ai possessori di armi con 'motivi legittimi' per il possesso di armi da fuoco, affermando: 'Credo fermamente che la stragrande maggioranza dei proprietari di armi in Nuova Zelanda sarà d'accordo con il sentimento che il cambiamento deve avvenire. Credo che saranno con noi '.

Ardern, che rappresenta il partito laburista di sinistra della Nuova Zelanda, è stato raggiunto alla conferenza stampa dal ministro degli Esteri Winston Peters, che è anche il leader del partito nazionalista di destra della Nuova Zelanda First. Alla domanda di un giornalista se il suo partito sosterrebbe le riforme, Peters ha detto: 'Questa è stata una decisione del governo, ed è la risposta totale'.

Ardern ha incoraggiato le persone a consegnare armi da fuoco alla polizia della Nuova Zelanda in qualsiasi momento. Nel 2017, il Small Arms Survey ha stimato che la Nuova Zelanda aveva oltre 1,2 milioni di pistole civili, circa una per ogni quattro persone. Come spiegato da Vox, Le leggi sulle armi della Nuova Zelanda sono più severe di quelle degli Stati Uniti, ma esistono delle lacune per le persone che potrebbero voler evitare la registrazione delle armi.

Secondo Il Washington Post, ci sono alcuni fattori che rendono più semplice la riforma delle armi in Nuova Zelanda che negli Stati Uniti, tra cui una lobby delle armi più debole e una minore probabilità di sfide legali nei tribunali, dato che la Nuova Zelanda non ha analogie con il secondo emendamento.

La fretta con cui sembra muoversi lo sforzo bipartisan della Nuova Zelanda per riformare le leggi sulle armi ha ispirato alcuni commenti, dal momento che ci sono coloro che desiderano che i legislatori statunitensi possano muoversi più rapidamente. Tra quelli che pesavano c'era il comico e Teen Vogue Il membro della Young Hollywood Class del 2019 Jaboukie Young-White, che ha scritto su Twitter, 'Avete mai passato la riforma delle armi in un fine settimana solo per flettere sull'America'?

https://twitter.com/jaboukie/status/1107673187159076864

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

  • Come sono cambiate le leggi sulla prevenzione della violenza armata dopo le riprese di Parkland
  • Cari legislatori, ci state uccidendo