NYFW: designer che hanno rilasciato dichiarazioni politiche

notizia

'Smetti di chiamare il 911 sulla cultura'.

Di Amira Rasool

17 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Sempre più nel corso degli anni, gli stilisti hanno utilizzato le loro enormi piattaforme e capacità artistiche per fare grandi dichiarazioni politiche e sociali. Questa settimana, questo nuovo marchio di attivismo di moda è stato esposto a pieno titolo in alcuni dei più grandi spettacoli del NYFW. Designer come Pyer Moss, Jeremey Scott, Prabal Gurung e Christian Siriano hanno inviato modelli sulla passerella indossando stili grafici che indirizzavano qualsiasi cosa, dalla corsa del governatore di New York all'eccessiva sorveglianza dei neri. Questi spettacoli di grande successo hanno fatto notizia e hanno attirato l'attenzione su molte delle questioni sociali e politiche che attualmente sconvolgono la vita degli Stati Uniti.





attori maschi messicani

Al Pyer Moss Show, il giovane designer emergente Kerby Jean-Raymond ha dedicato il suo spettacolo per evidenziare la bellezza e la condizione storica e attuale dei neri americani. Le modelle sono scese lungo la passerella in tuniche e abiti di seta che presentavano illustrazioni colorate dell'artista Derrick Adams di bambini neri che partecipavano a un matrimonio, un padre nero che portava il suo bambino appena nato e altre vivaci esibizioni di vita nera. La collezione presentava anche una giacca di pelle gialla con le parole 'FUBU' distese sul petto, un'ode al classico marchio streetwear che sta per 'For Us By Us' (un sentimento che Solange Knowles ha anche condiviso con la sua canzone di successo con lo stesso nome ). Kerby toccò le ingiustizie sociali dei neri in una serie di pezzi grafici; una maglietta bianca recitava 'Smetti di chiamare il 911 sulla cultura', riferendosi alle recenti notizie virali di bianchi che chiamavano ingiustamente i poliziotti sui neri per il semplice fatto di esistere; un cummerbund bianco mostrava anche le parole 'See Us Now', una potente affermazione che sembra parlare del chiaro disprezzo dell'America per le vite dei neri.

Come se la collezione dello spettacolo non fosse già un display in pura eccellenza nera, ciò che ha reso lo spettacolo del NYFW ancora più speciale è stata la sua posizione a Brooklyn. Kerby ha scelto di tenere lo spettacolo al Weeksville Heritage Centre, nella sezione Weeksville di Brooklyn. Lo storico quartiere prende il nome da James Weeks, un uomo afroamericano, che nel 1838 un decennio dopo l'abolizione della schiavitù a New York, fondò questa piccola comunità di neri liberi. Il luogo è stato nuovamente trasformato alle sue origini quando un coro gospel è apparso per fornire la colonna sonora dello spettacolo. Il significato storico della musica gospel, la chiesa nera e questa posizione storica rappresentavano l'oscurità non dispiaciuta al suo livello più alto.

cura della pelle anti acne

Lo stilista Christian Siriano, che è noto per aver parlato pubblicamente contro la mancanza di corporatura e la diversità razziale della moda, ha nuovamente affrontato la politica per lo spettacolo di questa stagione. Per la sua collezione Primavera / Estate 2019, Christian ha inviato una delle sue modelle sulla passerella in una semplice maglietta grafica bianca che recitava 'Vote For Cynthia', una chiara approvazione dell'ex candidato governativo, e la star di Sex and the City, Cynthia Nixon. Durante il finale dello spettacolo, Christian è apparso sulla passerella con la sua maglietta grafica che ha dichiarato 'I'm Voting for Cynthia'. I membri del pubblico sono stati anche trattati dall'apparizione di Cynthia che era in prima fila accanto alle attrici Tiffany Haddish e Danielle Brooks. Le carte sono state anche posizionate su ogni posto dei partecipanti che diceva 'Cynthia NY'.

Questo non è il primo anno che Christian usa le magliette grafiche per inviare un messaggio politico molto importante. Durante la mostra della sua collezione Autunno / Inverno 2017, le modelle indossavano magliette con la scritta 'People are People', confutando le dichiarazioni denigratorie del neo eletto Donald Trump che ha ripetutamente attaccato verbalmente gli occupanti statunitensi senza documenti. Il cento per cento del ricavato delle camicie è stato donato alla American Civil Liberties Union. Oltre alle magliette grafiche, ogni stagione Siriano ha fatto in modo di includere modelli di diversi background e dimensioni razziali. Quest'anno non è stato diverso. Oltre due dozzine di modelli di varie tonalità e corporature sono stati montati in abiti da cocktail con stampa leopardata e abiti floreali a spalle scoperte.

ho un imene

Durante la presentazione di Alice e Olivia e lo spettacolo di Prabal Gurung, anche le imminenti elezioni sono state al centro della scena. Al di fuori di Alice e Olivia, l'attrice Amber Heard ha mostrato con orgoglio un cartello che ha dichiarato 'Vota giovedì'. Il marchio di moda femminile ha ripubblicato la foto di street style su Instagram di Alice e Olivia con la didascalia 'Ottieni sempre paparazzi con un messaggio! @amberheard fashion-weeking in alice + olivia! Vota oggi! #yourvotematters'. Da parte sua nell'incoraggiare le persone a votare, il designer Prabal Gurung ha collaborato con il rivenditore di lusso Moda Operandi e Rock the Vote per progettare una speciale t-shirt con capsule. I designer Brandon Maxwell, Carolina Herrera e altri hanno anche progettato pezzi a tema votante per la capsule collection. Per chiudere il suo spettacolo, Prabal ha camminato lungo la passerella con l'esclusiva maglietta che diceva 'Vota' con lettere colorate e squadrate. La maglietta viene venduta a $ 100, con tutti i proventi destinati al non profit non commerciale.

Il colorato e stravagante marchio di Jeremy Scott ha fatto una dichiarazione ancora più forte in questa stagione con una collezione pop art a tema attivista. Felpe al neon luminose erano ricoperte di parole colorate come 'Potenza', 'rivolta', 'rivolta' e 'resistenza'. Per il finale, Jeremy ha fatto un'altra audace dichiarazione indossando una canotta scritta a mano che recitava 'Tell Your Senator No on Kavanaugh', un colpo al candidato alla Corte Suprema di 53 anni di Donald Trump, il giudice Brett M. Kavanaugh. La canotta presentava anche un numero di telefono di Washington che le persone potevano chiamare per esprimere le loro preoccupazioni per il controverso candidato. Secondo il Associated Press, Jeremy sta sostenendo 'i diritti delle donne, i diritti riproduttivi, i diritti LGBT, l'azione affermativa - sai, è tutto in gioco con quest'unico'. Se il giudice Brett M. Kavanaugh prende in panchina decisioni importanti come Roe v. Wade potrebbero essere minacciate.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Come l'industria della moda si sta mobilitando per il controllo delle armi