Pride 2019: come ho imparato ad essere orgoglioso della mia sessualità

Salute sessuale + identità

'Pensavo di non essere uno di' quei 'gay, che danzavano trascinandosi sul treno'.

Di Joshua Keller

il tuo imene può rompersi da un tampone
14 giugno 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione di Joshua Keller
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Teen Vogue celebra l'orgoglio mettendo in evidenza le storie che contano per la comunità LGBTQ. Vedi tutta la nostra copertura qui. In questo editoriale, Joshua Keller ha descritto la sua prima celebrazione del Pride e come Pride 2019 sarà diverso.





Non doveva essere così. Pensavo di essere pronto. Pensavo di essere passato il tempo in cui guardavo Brokeback Mountain letteralmente e figurativamente nell'armadio. Pensavo di essere passato il tempo in cui sono sgattaiolato fuori ogni notte per una settimana per assistere alla proiezione di mezzanotte Amore, Simone. Pensavo di essere passato dal momento in cui ho detto ai miei genitori che l'abbonamento premium a quello l'app sulla loro ricevuta era uno scherzo dei miei amici.

Il Capital Pride 2018 a Washington D.C. doveva essere la mia festa uscente. Ho immaginato un'esplosione di glitter, scintille e musica di Troye Sivan. Invece, mentre i miei amici ballavano con drag queen sulla metro in direzione di Dupont Circle, mi sedevo in un angolo del treno con gli occhi fissi per la vergogna e le braccia incrociate, facendo del mio meglio per nascondere la bandiera arcobaleno che avevo giurato che avrei indossato così orgogliosamente. Ero imbarazzato dalla mia identità in un ambiente progettato per farmi sentire a mio agio.

Diventare gay era una cosa, ma abbracciare tutto ciò che ne derivava era più difficile. Sono un fanatico dello sport che ha trascorso la mia mattinata d'infanzia a guardare ESPN e i pomeriggi a giocare a Call of Duty con mio fratello - caratteristiche in contrasto con la mia idea sbagliata che la mia sessualità fosse femminile. Pensavo di non essere uno di quei 'gay' che danzavano trascinando il treno.

La stessa estate in cui ho partecipato al mio primo orgoglio, mi sono anche seduto in un teatro a New York City per guardare Tony Kushner Angeli in America, un'epica tentacolare della crisi dell'AIDS. Sono andato con mio padre, che non aveva idea di essere gay, e non mi ero mai sentito più combattuto tra due mondi in vita mia. Lo spettacolo è complicato all'inizio, ma è stato particolarmente impegnativo per me perché mi sentivo come se dovessi calcolare la mia reazione ad ogni linea. Se avessi riso troppo forte per la battuta, questo avrebbe potuto svelare il mio segreto. Se mi sembrasse di ottenere questa frase sul gergo gay che passava sopra la testa di mio padre, non ci sarebbero dubbi nella sua mente sul perché lo supplicai di portarmi a uno spettacolo dal titolo 'A Gay Fantasia on National Themes'.

Alla fine mi sono reso conto che mio padre non mi stava osservando per la mia reazione allo spettacolo, era troppo preso dalla storia stessa. Quando sono uscito di testa e ho iniziato a prestare davvero attenzione, ho visto la storia di molti uomini gay che, di fronte alla morte, hanno scelto di rendere la loro vita bella ogni giorno. Questa è la storia della storia gay, che trova l'amore e la luce in tempi di odio e oscurità. Questo è successo solo un anno fa, ma in quel momento ho imparato che questo è ciò di cui Pride parla davvero - non solo i colori vivaci, la musica ad alto volume e i pantaloncini corti che mi avevano tanto preoccupato l'anno prima. Quelle cose possono essere, ovviamente, parte del divertimento e della gioia di essere gay. Ma alla fine, l'orgoglio riguarda la celebrazione della storia, delle relazioni e della comunità che derivano dall'essere gay.

le ragazze si adattano al ritorno a casa

Questo autunno ho avuto il mio primo ragazzo. Siamo andati in date di cattivo gusto ed è stato meraviglioso. Abbiamo dipinto un coccodrillo in ceramica, ballato a 'All of Me' al ritorno a casa e condiviso il tè al manba boba, il suo sapore preferito. Mi ha dato la sensazione fluttuante di una nuova relazione di cui tutti hanno sempre parlato ma che non ho mai capito. Mi ha dato il coraggio di venire fuori dalla mia famiglia. Mi ha dato molte cose che non avrei mai pensato di poter ottenere.

Annuncio pubblicitario

Anche se ho ancora provato un pizzico di vergogna nella relazione, controllando per essere sicuro che non ci fosse nessuno prima di averlo baciato in pubblico e non rendendoci mai 'Instaficcial', mi sento molto fortunato ad aver ottenuto la mia piccola fetta di un liceo classico romanticismo che così tanti uomini gay non sperimentano mai perché non escono fino agli anni successivi.

Questa primavera sono andato in un club gay per la prima volta e ho incontrato il mio idolo. Forse è stata la fortuna che mi ha portato a Los Angeles la stessa notte in cui Gus Kenworthy, sciatore di medaglia olimpica, stava organizzando una raccolta fondi per AIDS / Ciclo di vita. Penso che sia stato il destino a rendere possibile quella notte perfetta. Per la prima volta in assoluto, ero in uno spazio completamente gay dove mi sentivo a mio agio a essere me stesso. Ero libero di vestire il vestito più forte che volevo, lasciare andare la mia voce senza preoccuparmi se suonavo troppo gay o troppo etero, e flettere la mia conoscenza delle curiosità di Britney.

Quella notte è stata la prima volta che potevo dire che adoro essere gay. Posso far parte di una fratellanza con la sua cultura, storia, eroi, tragedie e persino linguaggio.

Questo fine settimana, quando vado al mio secondo orgoglio, indosserò con orgoglio la bandiera come mappa per il mio personale viaggio di accettazione e scoperta di me stesso. Red per onorare la vita di coloro che hanno reso possibile il nostro orgoglio. Arancione e giallo per le sue labbra, che avevano sempre il sapore di manghi. Verde per la mia giovinezza e la promessa di altri orgoglio a venire. Blu per la pioggia in quella notte di Manhattan quando ho saputo della nostra storia. Viola per il tramonto di West Hollywood quando ho trovato casa per la prima volta nella comunità. Questo orgoglio mi coprirà con orgoglio questi colori intorno alle mie spalle, letteralmente e figurativamente.