Sylvia Mendez ha aiutato a integrare le scuole della California per gli studenti di Latinx negli anni '40, ma dice che gli Stati Uniti sono più segregati ora

Politica

Sylvia Mendez ha aiutato a integrare le scuole della California per gli studenti di Latinx negli anni '40, ma dice che gli Stati Uniti sono più segregati ora

'Ora siamo più segregati rispetto al 1945, con di fatto segregazione'.

3 dicembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Brooks Kraft
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Per Sylvia Mendez, tutto è iniziato con un parco giochi. La scuola elementare che frequentò a Westminster, in California, nel 1944 non ne aveva una; quello era un lusso riservato alle scuole bianche. Invece, Mendez ricorda che la 'scuola messicana' dove lei e i suoi fratelli erano costretti a studiare aveva un cortile di terra battuta, recintato da una recinzione di filo elettrico per tenere i bambini lontani da un pascolo di mucche della porta accanto.

Colomba Cameron Thomas

Indignati per il fatto che ai loro figli è stata negata l'iscrizione alla scuola elementare bianca locale, i genitori di Sylvia, Gonzalo e Felicitas Mendez, hanno lavorato con altre quattro famiglie messicano-americane per citare in giudizio Westminster e altri tre distretti scolastici della California meridionale per conto di 5.000 studenti di Latinx - e hanno vinto . La sentenza del 1947 nel loro caso, Mendez et al. Westminster et al, ha segnato la prima volta che qualsiasi scuola degli Stati Uniti è stata incaricata di desegregare, anche se solo per casi che coinvolgono studenti messicano-americani. Sette anni dopo, la decisione della Corte suprema in Brown v. Board of Education ufficialmente abbattuto la segregazione razziale in tutte le scuole pubbliche come incostituzionale.

Come un bambino di 9 anni al momento del processo, tuttavia, racconta Mendez Teen Vogue non capiva perfettamente il significato degli sforzi dei suoi genitori, né il fatto che stessero combattendo in modo che i loro figli potessero avere l'educazione di cui loro stessi non avevano bisogno per crescere. 'Stavo vedendo questa bellissima (bianca) scuola, un grande cortile in cemento, un bellissimo parco giochi', dice. 'Ho pensato', so per cosa stanno combattendo. Stanno combattendo così posso andare in quella bella scuola e avere un parco giochi '.'

Ora 82enne, Mendez è un'infermiera in pensione, un'attivista e un oratore pubblico che viaggia negli Stati Uniti insegnando agli studenti il ​​caso emblematico e l'importanza di ottenere un'istruzione. Nel 2010, l'allora presidente Barack Obama ha nominato Mendez un vincitore della medaglia presidenziale della libertà, per il suo lavoro in favore dei diritti civili. Il 15 novembre, la rete di leader latini ha anche onorato Mendez, per il contributo storico di lei e della sua famiglia. Ma sebbene sia grata che l'eredità dei suoi genitori viva ancora oggi - due scuole californiane hanno persino preso il loro nome - teme che non abbiamo fatto tutti i progressi che potremmo pensare.

'Ora siamo più segregati rispetto al 1945, con di fatto segregazione. Come ben sapete, Mendez e Marrone trovato quello de jure, per legge, non possiamo essere separati. Ora abbiamo di fatto segregazione ', dice. Di fatto significa 'di fatto' e questo tipo di segregazione si verifica quando i quartieri vengono divisi senza obbligo legale, spesso a causa di fattori socioeconomici. 'Entrambe le scuole che prendono il nome da mia madre e mio padre - quella di Los Angeles e quella qui a Orange County dove vivo - hanno un corpo studentesco del 100% in latino', dice.

Sebbene l'affermazione secondo cui la segregazione è in aumento è ampiamente dibattuta, la ricerca mostra che gli studenti delle minoranze, in particolare quelli che sono neri e latini, vengono isolati in aree ad alta povertà che danno luogo a scuole come quelle descritte da Mendez. Nel complesso, queste scuole hanno ricevuto insegnanti meno qualificati, finanziamenti più bassi e meno risorse. Quando vengono tracciate le linee di assegnazione scolastica per rafforzare tale separazione, il risultato è una maggiore disparità tra le comunità benestanti e quelle a basso reddito, al contrario di ogni singola comunità. Un rapporto pubblicato dal Civil Rights Project presso l'UCLA mostra anche che le scuole charter - di cui il segretario alla Pubblica Istruzione Betsy DeVos è un fervente sostenitore - sono più separate delle loro controparti pubbliche e possono effettivamente peggiorare la segregazione all'interno delle scuole pubbliche.

Annuncio pubblicitario

Poiché i giovani di Latinx affrontano il più alto tasso di abbandono di qualsiasi gruppo, Mendez è particolarmente preoccupato per il fatto che gli studenti delle scuole all-Latinx perdano le opportunità accademiche che li motiveranno e li prepareranno a rimanere a scuola oltre la terza media. 'Non ricevono lo stesso curriculum (nelle scuole segregate) che ottengono in una scuola bianca', afferma. 'Cerco di spingere in avanti per assicurarmi che queste scuole segregate ricevano le stesse classi di pensiero critico e le stesse classi AP in modo che possano procedere al college e procedere all'istruzione'.

Molti degli studenti che incontra, dice, non ne hanno mai sentito parlare Mendez v. Westminster prima. Spesso non si rendono conto che la lotta per ricevere un'istruzione di alta qualità e per mantenere la discriminazione fuori dalle scuole è stata portata avanti da generazioni. Fu solo quando fu finalmente in grado di iscriversi alla 17th Street School di Westminster - la 'scuola bianca' - ei suoi compagni di classe iniziarono a fare osservazioni xenofobe che la stessa Mendez capì di cosa i suoi genitori erano così sconvolti in primo luogo. Ricorda il pianto per le molestie a sua madre, che alla fine ha spiegato che il caso giudiziario rappresentava molto più di un parco giochi.

Oggi, con gli studenti delle scuole superiori del Wisconsin che sembrano dare un saluto nazista in una foto di ballo e insegnanti in Idaho che si travestono come il muro di confine proposto per Halloween, Mendez spera che i giovani si ispirino ai suoi genitori e ad altri attivisti che si sono rifiutati di lasciare che l'odio li abbattesse .

'È così importante che gli studenti sappiano che questo tipo di fanatismo è qui da sempre, e non c'è motivo per cui non possiamo opporci', dice Teen Vogue. 'E non c'è motivo per cui dovremmo lasciare che cose del genere che vediamo nei media, cose che stanno accadendo, ci dissuadano dal continuare la nostra difficile situazione per garantire che tutti i nostri studenti ricevano un'istruzione uguale. Mendez v. Westminster non si trattava solo di educazione; era per le libertà civili, per la giustizia sociale '.

Proprio come la Lega dei cittadini americani giapponesi, la Lega dei cittadini uniti latinoamericani, il Congresso ebraico americano e l'Unione americana per le libertà civili hanno appoggiato Gonzalo Mendez negli anni '40, osserva Mendez, oggi diversi gruppi possono riunirsi per sostenere i diritti e le libertà reciproci .

'Se difendi la giustizia sociale o qualcosa di giusto, le persone si alzeranno e combatteranno per te, e ti aiuteranno a cercare di raggiungere i tuoi obiettivi', dice.

Dolores Huerta (a sinistra) e Sylvia Mendez

Rete di leader latini

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Eroi sconosciuti del movimento operaio di Latinx Farmworkers, da Maria Moreno ai boicottatori di fast food