Questi eroi stanno salvando i classici della femminista nera mettendoli su ruote

Libri

Questi eroi stanno salvando i classici della femminista nera mettendoli su ruote

'Le scrittrici di donne di colore sono raramente incentrate su molte conversazioni. Sento che è un modo per metterlo in primo piano e in qualche modo cambiare le prospettive delle persone, e pensare ai libri e leggere un po 'diversamente'.

8 gennaio 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Composito. Per gentile concessione di Alexis Pauline Gumbs, OlaRonke Akinmowo.
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Quando Alexis Pauline Gumbs pensava di aver prestato tutte le sue copie I mangiatori di sale agli amici, ha chiamato tutte le librerie della sua zona per trovarne un'altra copia. Ma nessuno di loro portava il libro - il classico romanzo di Toni Cade Bambara sulle persone di colore in cerca di guarigione - e questo non andava bene con Gumbs.

La sua ricerca infruttuosa ha sottolineato un profondo risentimento per l'indisponibilità dei testi femministi neri, sia nella zona di Raleigh-Durham nella Carolina del Nord dove vive che in generale. Frustrata, decise di fare qualcosa al riguardo.

Gumbs, una strana scrittrice femminista nera, aveva già gestito una biblioteca di prestiti e referenze fuori dalla sua casa per diversi anni. Soprannominato 'L'eterna estate della mente femminista nera', la biblioteca servì come una crescita delle collezioni personali di Gumbs e gente del posto Julia Roxanne Wallace e Courtney Reid-Eaton. Sostenuti da donazioni di libri e altri progetti in cui i tre erano coinvolti, prestavano testi classici e lasciavano che le persone sfogliassero titoli difficili da trovare. Il trio aveva parlato della loro fantasia condivisa di creare una libreria e portarla in viaggio, specialmente attorno alla loro comunità locale. Con la Biblioteca pubblica di Durham in fase di ristrutturazione fino al 2020 e le selezioni nei negozi locali carenti, Gumbs e le sue controparti hanno deciso di agire: il trio sta trasformando un trailer Airstream in quella che Gumbs chiamava 'una piccola utopia nerd femminista nera'.

C'erano molte più librerie femministe. Proliferando negli anni '70 e '80, spuntarono in tutto il Nord America, spesso gestiti da lesbiche e donne di colore. Ma negli anni '90 il movimento aveva iniziato a declinare. Una proliferazione simile si è verificata con le librerie radicali di proprietà dei neri durante l'apice del movimento Black Power negli Stati Uniti, con la loro popolarità che è sbiadita all'inizio degli anni '80, prima di una ripresa nei primi anni '90, secondo L'Atlantico. Ora, al loro posto sta emergendo una nuova tendenza: operazioni mobili sui libri di proprietà dei neri, la maggior parte delle quali femministe e politicamente radicali.

La Bookmobile femminista nera di Gumbs è una di queste. Insieme a Wallace e Reid-Eaton, sta raccogliendo fondi per $ 10.000 per far funzionare Airstream. Quando è pronta, la bookmobile funzionerà come libreria di prestito e riferimento anziché come negozio.

Gumbs ha affermato che il progetto è cresciuto dall'eredità delle librerie femministe. È cresciuta ad Atlanta, dove ha frequentato Charis Books & More, una libreria femminista fondata nel 1974 che ancora esiste, e che Gumbs ha definito uno 'spazio profondamente favorevole'.

'Sono cresciuto ad Atlanta e sono cresciuto in libreria', ha detto Gumbs Teen Vogue, aggiungendo che i seminari di scrittura a cui ha partecipato a Charis le sono stati 'fondamentali'. 'Ho iniziato a identificarmi come una femminista nera lì'.

Senza il suo esempio, disse, non avrebbe mai immaginato la Bookmobile femminista nera.

La Blackmobile femminista di Gumbs non è la prima nel suo genere. Nel 2014, la nativa di Brooklyn OlaRonke Akinmowo ha lanciato la Biblioteca delle donne nere gratuite. L'ultima domenica di ogni mese, Akinmowo installa i libri da qualche parte come una galleria d'arte o un centro comunitario. Tutti i libri sono scritti da donne di colore e funziona come una biblioteca gratuita in cui le persone accedono alla collezione portando una donazione per scambiare qualcos'altro.

Annuncio pubblicitario

I libri non sono necessariamente tutti femministi nei contenuti, ma Akinmowo considera la biblioteca mobile un'impresa femminista esplicitamente nera.

'Lo vedo come un progetto femminista nero in quanto, per me, è un modo per affrontare il patriarcato ed è un modo per affrontare il razzismo', ha detto Teen Vogue. 'Le scrittrici di donne di colore sono raramente incentrate su molte conversazioni. Sento che è un modo per metterlo in primo piano e in qualche modo cambiare le prospettive delle persone, e pensare ai libri e leggere un po 'diversamente'.

Concentrandosi sulle donne di colore, Akinmowo ha detto che sta aiutando le persone a rendersi conto che il loro curriculum di lettura delle scuole superiori e / o dei college probabilmente ha escluso nomi importanti. 'Potresti aver perso una conversazione più approfondita su razza e genere', ha detto, 'perché questi titoli non ti sono stati assegnati'.

Akinmowo copre una vasta gamma di generi. Offre molti classici, tra cui gli scrittori Audre Lorde, Zora Neale Hurston e June Jordan, e la fiction e la saggistica per giovani adulti. Ma vorrebbe aggiungere più fantascienza e horror e una più ampia rappresentazione degli autori.

Come Gumbs, Akinmowo viaggia. Preparerà una 'mini-installazione' per un fine settimana, mettendo in valigia due abiti e un paio di centinaia di libri, diretti da qualche parte come Baltimora o Filadelfia. Ha detto di aver ricevuto il più caloroso benvenuto a Chicago, dove la gente del posto ha creato la propria Biblioteca delle donne nere gratuite e ha ospitato numerosi eventi. Akinmowo spera che altri seguiranno.

Ma trascinare libri in giro non è facile. Ecco perché ha anche raccolto fondi per un veicolo o altro spazio fisico in cui installare la biblioteca in modo che la sua collezione non consumi il suo monolocale di Brooklyn.

'Ho solo bisogno che sia più sostenibile', ha detto. 'Adesso sembra che sia su una base traballante'.

Foto di John Rash

Nel frattempo, Diarra 'Crckt' Leggett sta già eseguendo un'operazione a quattro ruote di libri. Due anni fa, prese in considerazione l'acquisto della libreria usata dove lavorava a Greensboro, nella Carolina del Nord, un'ora a ovest di Gumbs. Ma si rese conto che sarebbe stato troppo costoso, e invece optò per andare in mobilità con il Boomerang Bookshop: Nomad Chapter, che è ospitato in un autobus corto a quattro ruote chiamato 'Eartha' che gira per la città.

Ogni muro del minibus della Boomerang Bookshop è stato convertito in scaffali. I titoli vanno dalla rivalità di basket Duke / Carolina a Memorie della prigione di un anarchico. La sezione giovani include un libro sul consenso e Studenti per una società democratica: una storia grafica. Pur non essendo esplicitamente un progetto femminista, Boomerang è una bookmobile di proprietà dei neri con una tendenza decisamente politica.

'Privilegio gli scrittori di gruppi sottorappresentati ed emarginati rispetto al canone standardizzato di autori di vecchi bianchi morti', ha detto Leggett Teen Vogue. 'Non c'è molto spazio, quindi non posso permettermi di riempirlo di merda'.

Come parte del lavoro quotidiano di Leggett che lavora per un sistema di biblioteche nelle vicinanze, guida una libreria per bambini. Lo sforzo di sensibilizzazione si estende ampiamente ai quartieri poveri, neri e urbani. È contento che stiano rendendo la lettura più accessibile, ma Leggett ha poco controllo sulla selezione qui, che secondo lui manca della narrativa letteraria contemporanea degli scrittori di colore.

Leggett e le sue controparti concordano sul fatto che l'accessibilità - per quanto riguarda posizione, prezzi e selezione - è un fattore chiave che considerano.

'Cerco di mantenere il prezzo dei miei libri davvero ragionevole e conveniente', ha detto Leggett. 'Voglio che siano disponibili buoni libri e materiale di lettura'.

Per Akinmowo, l'accesso è un motivo per mantenere libero il suo progetto.

posizione migliore per dormire durante le mestruazioni

'Deve essere il più accessibile possibile', ha affermato. 'Se non hai soldi, puoi comunque prendere parte a qualunque cosa stia succedendo, qualunque sia l'attività. Preferirei solo dire: 'Ecco, prendilo. & # X27';

Nonostante il timore di un'apocalisse al dettaglio, le librerie indipendenti sono fiorenti. Tra i nuovi negozi aperti c'è il Cafe Con Libros, una libreria femminista a Brooklyn di proprietà di una donna afro-latina. È possibile che Gumbs, Akinmowo e Leggett un giorno seguiranno anche l'approccio del mattone e malta. Ma è altrettanto probabile che operazioni più mobili e radicali come le loro compaiano in tutto il paese, ognuna delle quali offre il proprio approccio unico.

Relazionato: Come le donne di colore hanno influenzato il femminismo nel tempo

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.